CONSEGNA GRATUITA A BARI DA 30 € IN ITALIA DA 50 €
COUPON 10% OFF - BENVENUTO2021

L’importanza dei terpeni

L’importanza dei terpeni
3 Giugno 2021 Copy

“L’aroma del fieno inebria come un vino generoso, dà le vertigini come il fermento del mosto.” – Michele Saponaro.

  L’aroma è certamente una delle qualità più ricercate dagli appassionati di cannabis. Si può fare un vero paragone, più che valido, con l’arte del sommelier. La bella notizia è che questo è molto valido non solo per quei paesi che hanno legalizzato la cannabis, ma anche per il mercato della cannabis light

  Ho riportato scherzosamente la citazione di Saponaro, scrittore Italiano del primo ‘900, perché una ganja che non ha maturato opportunamente i suoi terpeni darà tipicamente di “fieno”. Ma non c’è da preoccuparsi se si sente questo odore solo nella prima fase di essiccatura dopo il raccolto.

  L’odore di “fieno”, cioè di clorofilla, se ne va pian piano attraverso un corretto periodo di concia, magari con l’aiuto di un Boveda. Se la pianta ha avuto tutte le condizioni migliori per sviluppare adeguatamente i terpeni durante la fioritura, aspettatevi che quell’odore cambi!

  Anche se non siete produttori di cannabis light è evidente l’importanza di questo aspetto generale della cannabis. L’aroma di una varietà è spesso inconfondibile! Tuttavia non è l’unico fattore che rende tanto importante una buona resa di terpenoidi nei prodotti finali, che siano infiorescenze o estratti. Vediamo dunque alcune caratteristiche importantissime dei terpeni.

Terpeni ovunque!

  Naturalmente, la cannabis non è l’unica fonte di terpenoidi in natura, anzi! Le specie che producono terpeni non sono nemmeno unicamente vegetali. La buccia d’arancia, la resina di pino, le tracce odorose delle formiche, la menta, il geranio… persino l’odore di pioggia in parte è dovuto a terpeni! In alcuni frutti i terpeni sono anche una buona componente del sapore, come per il mango, di cui parleremo ancora tra poco.

  La cannabis però ha la particolarità di avere uno spettro terpenico piuttosto ampio e variegato. Le selezioni di genetiche, sia di varietà di cannabis light che di varietà da semi da collezione, hanno ulteriormente differenziato queste caratteristiche tra le varietà. Esiste infatti una “terp wheel” o ruota dei terpeni che ricorda tantissimo una tavolozza di colori per un pittore. Il punto è che questo ha non solo a che vedere con la qualità aromatica delle infiorescenze. Puoi vedere la nostra catalogazione degli aromi qui.

  I terpeni costituiscono infatti anche una delle tante caratteristiche che rendono la cannabis una pianta dalle proprietà medicinali estremamente versatile. Esistono terpeni anticancerogeni [1], antiinfiammatori [2], ansiolitici [3]… Si può tranquillamente affermare che con i terpeni che può produrre la cannabis si possa fare vera e propria aromaterapia.

Scegliere bene, scegliere saggio!

  Va da sé che, già avendo detto molto poco delle proprietà di queste sostanze odorose, si capisce quanto può essere importante la scelta della giusta varietà. I gusti sono altamente personali, e se vogliamo mai uguali tra una persona e l’altra. Ma i gusti possono anche non essere solo una questione di naso.

  Una persona che sceglie tra varietà con diverso contenuto terpenico di cannabis light sta facendo una scelta che può sposarsi a mille cose. Un caffè accompagnato dall’aroma di una Therapy, ad esempio, può svegliare in modo assai efficace, ma meno brusco della bevanda da sola. Ma può anche essere un aiuto in più per chi sta utilizzando il CBD per trattare infiammazioni croniche!

Una Bear Therapy è un buon esempio di attenta cura al contenuto terpenico in una varietà di cannabis light.

  Se poi vi è capitato di viaggiare ad Amsterdam, o in altri paesi in cui la cannabis è legale, potreste aver notato un’altra proprietà dei terpeni. I terpeni interagiscono attivamente con i cannabinoidi in molti modi differenti!

  L’high da consumo di THC è molto molto variabile, a seconda dell’effetto dei terpeni. Alcuni terpeni possono infatti lievemente aumentare o diminuire il rilascio di serotonina o dopamina, trasformando quello che è un effetto psicoattivo. Altri, come il mircene, si legano al THC e lo rendono più rapidamente assorbibile dalle membrane cellulari.

Neil Young aveva ragione

  A proposito di terpeni che migliorano l’assorbimento di cannabinoidi, conoscete Neil Young? Considerando la sua età molti di voi lettori forse avranno al massimo ascoltato qualche suo pezzo in qualche colonna sonora. Ciò che ci interessa però è un aneddoto molto interessante, e che spiega bene quanto questo hippy datato conosce la sua maria.

Un giovane Neil Young.

  Neil Young ha sempre sostenuto che il mango rendesse l’high della cannabis più forte e duraturo. Non era l’unico hippy a sostenerlo, anzi negli anni ’60 negli States era una cosa che sapevano tutti. Tuttavia non era mai stato dimostrato nulla di simile sino a pochi anni fa. A quanto pare Neil aveva proprio ragione! Adesso sappiamo che il mango contiene mircene, un terpene che anche la cannabis può produrre abbondantemente. La particolarità del mircene è quella di legarsi al THC e renderlo ancora più biodisponibile per le cellule. Un buon esempio di varietà che produce ampie quantità di mircene, insieme a terpeni più balsamici è la Smoothie Auto di 420 Fast Buds.

L’aroma che sprigiona lo si riesce quasi a vedere con gli occhi in questa foto.

  Se poi il mix di terpeni e cannabinoidi che vi è capitato ad Amsterdam non è per voi e vi ha caricato d’ansia, Neil Young ha una soluzione adatta, anch’essa ormai dimostrata scientificamente: masticate tre grani di pepe. E finisce tutta l’ansia lasciandovi tutte le componenti più piacevoli dell’high.

  Il segreto? Due terpeni, pinene e cariofillene, che hanno la proprietà, nota all’uomo sin dal primo secolo D.C., di calmare le paranoie indotte dall’uso di una varietà non adatta di cannabis. O se il problema non è stato la scelta della varietà, può esserlo stato il set e setting. In ogni caso, funziona!

  E accompagnato da un po’ di limone, con i suoi terpeni, è ancora più efficace!

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

×